Image Image Image Image Image Image Image Image Image

2015 febbraio

23 feb

By

Start-up innovative e PMI innovative

23 febbraio 2015 | By |

Nella newsletter di PMI.it le analogie e le differenze tra start-up innovative e PMI innovative istituite dal c.d. decreto Investment compact.

 

15 feb

By

Incontro dell’11 febbraio 2015 con il Prof. Avv. Remo Danovi

15 febbraio 2015 | By |

Si è tenuto l’11 febbraio 2015 presso la Società del Giardino di Milano l’incontro con il Prof. Avv. Remo Danovi sul tema “Il nuovo Codice deontologico forense alla luce della Carta dei principi fondamentali dell’avvocato europeo e al codice deontologico degli avvocati europei. L’evento, organizzato dalla Delegazione Nord Ovest Milano della Union des Avocats Européens, è stato introdotto dal Prof. Lucio Camaldo, Presidente della stessa delegazione. Alla brillante ed interessante relazione del Prof. Avv. Remo Danovi ha fatto seguito un vivace dibattito con gli interventi dell’Avv. Renato Papa, Presidente del Centro Studi di Diritto Penale Europeo, dell’Avv. Giovanni Bana, dell’Avv. Alice Pisapia e dell’Avv. Francesco Adavastro.

Segnaliamo che i documenti ai quali si è fatto riferimento durante l’evento e che meritano una più approfondita riflessione sono reperibili al seguente indirizzo: http://www.consiglionazionaleforense.it/site/home/area-avvocati/codice-deontologico-forense.html.

Tali documenti e ulteriori testi saranno pubblicati anche sul sito www.dirittopenaleeuropeo.it.

il prossimo incontro organizzato dalla Delegazione Nord Ovest Milano della Union des Avocats Européens si svolgerà mercoledì 15 aprile 2015 alle ore 19.30 sul tema “La circolazione delle sentenze e dei lodi esteri nell’Unione europea: recenti riforme e problemi pratici nell’esecuzione dei provvedimenti esteri in Italia”.

Riceverete, nei prossimi giorni, il programma dettagliato e la scheda di iscrizione.

 

Ancora un sentito e caloroso ringraziamento a tutti!

 

04 feb

By

Consiglio di Stato: già esecutiva la direttiva UE sul “controllo analogo”

4 febbraio 2015 | By |

Il Consiglio di Stato, con parere n°. 298/2015, ha approfondito e chiarito i presupposti e le condizioni di ammissibilità degli affidamenti diretti “in house“, alla luce dei principi contenuti nella Direttiva Ue 24/2014.